A+ A A-

L’oggi

Attualmente in Italia ci sono circa 2250 salesiani, cioè confratelli laici e sacerdoti, compresi i confratelli in formazione iniziale. Sono suddivisi in 6 ispettorie, cioè raggruppamenti di case salesiane (Don Bosco ci teneva che si chiamassero “case” e non “istituti”, volendo che in esse si vivesse lo spirito di famiglia), per un totale di circa 200 case. Alcune di essere le possiamo considerare semplici, perché si identificano con una sola delle attività salesiane, altre complesse perché ne hanno più di una al loro interno: Oratorio, Parrocchia e Oratorio, Scuola, Formazione professionale, Case famiglia e Centri diurni, Collegi Universitari...

 

Le Ispettorie corrispondono a territori ben circoscritti e sono identificati da una sigla, che sta per Italia e il territorio di competenza: la Sicilia-ISI, il Meridione-IME (Calabria, Campania, Puglia e Basilicata), l’Italia Centrale-ICC (Sardegna, Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria, Toscana, Liguria), Lombardo Emiliana-ILE (Emilia Romagna, Lombardia), Italia Nord Est-INE (Trentino Aldo Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto) e Piemonte Valle D’Aosta-ICP.

Tutte le ispettorie hanno alcune case anche fuori Italia: la ISI con la casa di Manouba in Tunisia; la IME con le case in Albania, Kossovo e Svizzera; la INE con le case in Romania e Moldavia; la ILE con la casa a San Marino e Svizzera; la ICP con le case in Lituania.

In Italia, e precisamente sul territorio di Roma, sono anche presenti la sede dell’UPS, Università Pontificia Salesiana, con diverse comunità di formazione sia per studenti italiani che stranieri, e la Casa Generalizia della Congregazione, con una sede in Via della Pisana, dove ci sono gli uffici a servizio di tutte le Ispettorie salesiane sparse nel mondo, e un'altra presso il Vaticano.

cospes vis tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

Salesiani di Don BoscoFiglie di Maria AusiliatriceDB2015morbollettinoMision JovenScritti di Don Bosco