Attualmente la Famiglia Salesiana è composta da 31 gruppi, nati dall’originale esperienza di vita evangelica di San Giovanni Bosco. La sua prima fondazione fu la Società di San Francesco di Sales, meglio conosciuta come Salesiani di Don Bosco, fondata nel 1859, a cui fecero seguito l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice e l’Associazione dei Salesiani Cooperatori, impegnati come cristiani secondo lo spirito salesiano nelle loro famiglie, nelle comunità ecclesiale e nella società civile.

Al santo fondatore risalgono anche l’Associazione dei Devoti di Maria Ausiliatrice (oggi Associazione di Maria Ausiliatrice) e il primo nucleo di Exallievi che agli inizi del ‘900 si costituì in associazione. Gli altri gruppi della Famiglia Salesiana sono stati fondati dopo la morte di Don Bosco, ad opera di salesiani e laici che a lui si sono ispirati rispondendo a bisogni e sollecitazioni nuovi. Qui l’elenco completo dei gruppi


ASSOCIAZIONE DEI SALESIANI COOPERATORI 

Per realizzare il suo progetto apostolico, Don Bosco coinvolse tanti laici, uomini e donne, e anche alcuni ministri ordinati uniti in una associazione: i Salesiani Cooperatori (SSCC). Tracciò una regola di vita spirituale, semplice ma ricca in contenuto. Uno spirito caratteristico, quello salesiano, che esprime e sottolinea in modo particolare alcuni valori del Vangelo: forte carità pastorale, dinamismo giovanile, senso della Chiesa, spirito di famiglia, ottimismo, gioia. I Salesiani Cooperatori si impegnano a rispondere alla vocazione salesiana, dono dello Spirito, assumendo un modo specifico di vivere i vangelo e di partecipare alla missione della Chiesa. In particolare l’attività del salesiano cooperatore si svolge nelle diverse strutture in cui la condizione secolare offre maggiori possibilità di inserimento:

  • in quelle civili, culturali, socio-economiche e politiche,
  • in quelle ecclesiali,
  • in quelle animate dai Salesiani di Don Bosco, dalle Figlie di Maria Ausiliatrice od altri Gruppi della Famiglia Salesiana, in particolare negli Oratori, nei Centri Giovanili e nella Scuola

Gli scopi della Associazione sono i medesimi della Società di San Francesco di Sales: la santificazione dei suoi membri e la salvezza della gioventù pericolante e degli adulti del ceto popolare.
Vai al sito ufficiale


EXALLIEVI ED EXALLIEVE DI DON BOSCO

Exallievi/e di Don Bosco sono coloro che, per aver frequentato un Oratorio, una Scuola o una qualsiasi altra Opera salesiana, hanno ricevuto una preparazione per la vita secondo i principi del Sistema Preventivo di Don Bosco. L’educazione ricevuta, richiama i vincoli e la gratitudine, che portano l’Exallievo/a a partecipare alla missione salesiana, per realizzare le finalità proprie del progetto educativo. L’Associazione degli Exallievi nasce nel 1870 su iniziativa di un piccolo gruppo di antichi allievi dell’Oratorio di Valdocco guidati da Carlo Gastini. Nell’anno 1878 don Bosco propose agli antichi allievi una Società di mutuo soccorso per far fronte alle difficoltà di quei giovani che uscivano dall’Oratorio e che avevano bisogno di aiuto. Il 26 luglio 1884, quasi a testamento, raccomanda agli antichi allievi: “Ovunque andiate, ricordatevi sempre che siete i figli di don Bosco”.
Vai al sito ufficiale