Tre mesi con il progetto “M’interesso di te” per rendere visibili i minori “invisibili”

A tre mesi dal suo avvio, “M’interesso di te” – progetto di Salesiani per il sociale – Federazione SCS/CNOS operante tra Torino, Napoli e Catania – ha visto il coinvolgimento di oltre 100 minori non accompagnati per reinserirli nel circuito dell’accoglienza. Con il sostegno del fondo beneficenza di Banca Intesa San Paolo e di educatori, volontari e psicologi, “M’interesso di te” vuole garantire ai giovani soli sostegno e protezione.

Il progetto è nato dopo i dati diffusi dal Ministero degli Interni nei primi 9 mesi del 2017, secondo i quali in Italia sono giunti 13.418 Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA). Una parte di essi, una volta identificati, sono divenuti “invisibili” perché irreperibili o irrintracciabili nelle strutture in cui sono stati accolti.

Un progetto che vuole, dunque, rendere “visibili” gli “invisibili”: come Abdoulaye che appena maggiorenne ha lasciato la sorella piccola in Gambia con dei parenti ed è scappato in Libia e da lì, dopo il carcere, è arrivato in Italia; oppure Bobacar che rimasto orfano di entrambi i genitori, ha dovuto provvedere per sé e le sorelle, ma il destino infausto ha voluto che una morisse per le conseguenze dell’infibulazione e l’altra durante la loro prigionia in Libia.

 

Per ulteriori informazioni sul progetto e per una donazione clicca qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *