Ieri e oggi: gli oratori italiani rappresentano ancora una risposta positiva al vuoto di proposte per i giovani

Nando Pagnoncelli, sondaggista italiano e amministratore delegato di Ipsos Italia, azienda di ricerche di mercato, grazie ad una sua indagine rivela come l’oratorio, in un contesto profondamente mutato, mostri ancora un vivace dinamismo e coinvolgimento. Quella che emerge è una “fotografia piena di luci, ma anche di ombre – scrive Pagnoncelli – tuttavia le luci prevalgono, perché la realtà degli oratori italiani è positiva e risponde, con le sue attività diversificate, a quel vuoto di proposte rivolte alle giovani generazioni”.

La ricerca condotta tra il settembre 2013 e il marzo 2014, ha dato esiti ottimistici: i numeri ci dicono che sono oltre 5000 gli oratori, centri parrocchiali e circoli giovanili all’attivo; inoltre nelle diocesi del nord sono perlopiù annessi alle parrocchie, mentre al sud sono attive anche le Congregazioni religiose – tra cui, ben rappresentati Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati in un libro, “Un pomeriggio all’oratorio. La prima indagine nazionale sui centri giovanili”, con la testimonianza di Giacomo Poretti. È proprio in un oratorio salesiano che l’attore del trio Aldo, Giovanni e Giacomo che ha scoperto la passione per il teatro: “Il mio oratorio aveva un teatro e lì ho imparato il mestiere che faccio adesso”.

 

I dettagli della notizia sul sito dell’ANS

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *