Roma, don Tom visita la comunità Beato Artemide Zatti

La comunità di  Beato Artemide Zatti di Roma ha ricevuto una inattesa e gioiosa sorpresa: il 26 settembre don Tom Uzhunnalil, accompagnato da don Abraham Kavalakatt, ha fatto una visita per ringraziare i suoi confratelli e chi, durante i 18 mesi di prigionia, ha pregato per lui da lontano.
Padre Tom è stato accolto dalla comunità costituita prevalentemente dai confratelli ammalati e lungodegenti, dal direttore don Francesco Pampinella, dalle suore e dal personale, salesiani e laici.
Momenti tristi e commoventi hanno accompagnato la visita, come quello del ricordo delle suore di Madre Teresa, rimaste uccise dall’agguato che ha portato al suo rapimento. “La sofferenza accompagnata dalla preghiera sono un dono prezioso da offrire per il bene altrui“, ha detto ai confratelli.

Per leggere l’articolo completo clicca qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *