“Progetto Giovani Conducenti”: al CNOS-FAP di Bari la terza tappa del tour

Franco Fenoglio, presidente della sezione Unrae veicoli industriali, ha dichiarato: «in Italia mancano 180mila autisti, dobbiamo prepararli e, soprattutto, dobbiamo lanciare sul mercato i nostri giovani. Ci poniamo concretamente il problema della disoccupazione giovanile nel nostro Paese e siamo già passati dalle parole ai fatti». E da qui è partita la sfida attraverso la promozione del progetto “Professione Conducente: alla guida del futuro” altamente professionalizzante mettendo a disposizione dei giovani interessati le risorse finanziarie e gli strumenti formativi necessari per ottenere i titoli richiesti.  Dopo gli incontri di Verona e Palermo, l’ultima tappa del tour è toccata alla sede del CNOS-FAP Regione Puglia a Bari. L’ispettore dei Salesiani dell’Italia Meridionale Don Angelo Santorsola ha accolto con entusiasmo il progetto in quanto perfettamente in linea con il programma educativo dei Salesiani.

 

Ulteriori dettagli sul sito Famiglia Cristiana

ILE e IME, si insediano i nuovi Ispettori

Don Giuliano Giacomazzi e don Angelo Santorsola si sono insediati come Ispettori dell’Ispettoria Lombardo-Emiliana e di quella Meridionale.

Il 28 agosto, è avvenuto il passaggio formale tra don Claudio Cacioli e don Giuliano Giacomazzi nel ruolo di Ispettore della Ispettoria Lombardo-emiliana.  I salesiani si sono ritrovati nella sede ispettoriale di Milano al mattino, per vivere un momento di ritiro spirituale, condotto dal Consigliere Regionale, don Stefano Martoglio. Don Martoglio ha sviluppato la propria riflessione a partire dal documento del Rettor Maggiore.  A mezzogiorno il Consigliere Regionale ha presieduto la santa Messa nella quale don Giacomazzi ha professato il giuramento e ha ufficialmente assunto la carica dell’ispettorato. La giornata si è conclusa nel pomeriggio con un momento assembleare, durante il quale il nuovo Ispettore ha rivolto ai confratelli il primo discorso, tratteggiando alcune prime linee-guida per il sessennio: confessione frequente, Eucaristia devota e rinnovata chiarezza nella propria scelta di consacrazione religiosa sono state le tre coordinate indicate come fondamenta a partire dalle quali affrontare le sfide pastorali ed educative dei nostri tempi.  In questa sede è stato presentato all’Ispettoria anche il nuovo Delegato per la Pastorale Giovanile, don Paolo Caiani, già incaricato per la Animazione Missionaria. (fonte: sito ILE)

Il 2 settembre, invece, in occasione dell’annuale Convegno di Pastorale Giovanile dell’Ispettoria Salesiana Meridionale (IME), c’è stato l’avvicendamento dell’Ispettore tra don Pasquale Cristiani e don Angelo Santorsola, già nominato nel corso della sessione plenaria invernale del Consiglio Generale, dal Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Ángel Fernández Artime, con il consenso del suo Consiglio. L’insediamento del nuovo ispettore è avvenuto durante la Celebrazione Eucaristica presieduta da don Stefano Martoglio, Consigliere per la Regione Mediterranea, dove don Angelo Santorsola ha professato il giuramento e ha ufficialmente assunto la carica di Ispettore. Il giorno seguente il nuovo Ispettore ha rivolto ai salesiani e ai laici presenti il primo discorso, tratteggiando alcune linee guida per il sessennio, presentando il nuovo Consiglio e il nuovo Delegato per la Pastorale Giovanile, don Domenico Madonna. (fonte: ANS)

Il testo dell’insediamento di don Angelo Santorsola:

Potete immaginare che sono un po’ emozionato…

Non ho avuto molto tempo per pensare a quello che oggi sto vivendo perché sono stato totalmente impegnato a vivere l’obbedienza di direttore – economo a Napoli Vomero, opera bellissima ma con tanti problemi. 

Credetemi, tutto avrei potuto immaginare, tranne quello di svolgere questo servizio e di essere qui oggi. E’ vero che tanti mi avvicinavano, mi telefonavano per dirmi: “guarda che ti ho indicato come ispettore…”, ma per me era qualcosa da non considerare… Fino a quando il 24 gennaio don Stefano mi chiama…

Sono convinto che il Signore mi chieda questo, non perché sia più bravo, più intelligente o più non so che cosa. Sono certo che mi fa questo dono per potermi migliorare, per poter amare di più e meglio, per poter crescere nella fede. Dio è il Dio delle sorprese e ama sorprenderci sempre per educarci!

Sono cosciente che è un grande dono, carico di responsabilità, impegno, ma anche di tanta gioia nel rappresentare e servire donboscoalsud, in queste terre salesianissime.

Prometto che mi impegnerò a farlo con tutte le mie forze, con tutta la mia passione, con tutto quello che sono, ma ripeto ad alta voce, a voi confratelli, a voi giovani, a voi laici quello che don bosco ripeteva spesso nei dieci anni di formazione vissuti a Chieri: “Ho bisogno di tutti”.

Mi sento tanto piccolo e bisognoso dell’aiuto di tutti pur cosciente e consapevole delle responsabilità personali che da oggi vivo in questo servizio di animazione e governo.

Mi sono fatto salesiano, non per combattere i confratelli o fare “carriera”, ma per amare i miei confratelli e servire al meglio i giovani, tutti i giovani e soprattutto quelli più poveri e abbandonati. 

Con la consacrazione religiosa Dio ci chiede di essere tutto a tutti e per noi salesiani, specialmente, per i giovani. Oggi questo mi viene ricordato con più forza nel nuovo servizio che inizio. Felice di essere salesiano, orgoglioso di essere un figlio di don Bosco e far parte di una grande e bella Famiglia, aiutatemi oggi e sempre a dire sempre: Vi voglio bene!

 Ed ora permettetemi solo alcuni ringraziamenti:

  • al Rettor Maggiore per la sua grande paternità;
  • a don Stefano per la sua infinita disponibilità, per la sua delicata e incoraggiante vicinanza, per la sua profonda umanità e per la sua amicizia;
  • a don CRISTIANI e al suo Consiglio che in questi 6 anni hanno lavorato per far crescere l’ispettoria, per la loro attenzione ai bisogni degli ultimi e, in particolare all’ispettore, per il suo grande zelo pastorale e operosità instancabile;
  • al mio Consiglio ispettoriale di cui dirà qualcosa domani;
  • alle FMA e in particolare a Sr Maria, ispettrice. Sono care sorelle che mi hanno sempre fatto sentire la loro accoglienza, il loro sostegno, la loro benevolenza, la loro preghiera;
  • alla mia comunità del Vomero, al meraviglioso corpo docenti, all’intera CEP che sta crescendo e soprattutto a tutti i giovani dell’oratorio e della scuola che in questi due anni mi hanno confermato nel dono della vocazione salesiana;
  • a tutti i giovani del MGS perché siete il sogno di Dio affidato ai salesiani. 

Concludo chiedendo a tutti e a ciascuno di pregare tanto per me, per il servizio che sono chiamato a vivere. Pregate perché sia umile e perché, come diceva il RM nella sua prima lettera, possa Appartenere di più a Dio, ai fratelli, ai giovani!
Buon viaggio a tutti!

 

I 50 anni dell’oratorio di Santeramo

L’oratorio salesiano di Santeramo (BA), appartenente all’Ispettoria Meridionale (IME), ha festeggiato i suoi primi 50 anni. Nella prima settimana di febbraio si sono susseguite numerose attività di teatro, danza, musica e preghiera. I ragazzi, protagonisti dell’oratorio, hanno saputo allietare i presenti, ma soprattutto rappresentare una realtà solida, allegra e feconda. Le attività si sono concluse con il “Don Bosco Day”, un’intera giornata trascorsa insieme, grandi e piccoli, tra giochi, preghiera e agape, come una grande famiglia.

santeramo oratorio

(Fonte: ANS)

Bari, festa di Don Bosco è festa dell’educazione e della legalità

In occasione della festa di Don Bosco, presso il “Redentore” dei Salesiani di Bari si sono svolti numerosi eventi ed incontri, nel segno della valorizzazione dei giovani e della speranza per il futuro. Tra i principali appuntamenti vi sono stati la consegna di una targa da parte del comune di Bari ad alcuni importanti exallievi salesiani e la visita presso il centro salesiano di don Luigi Ciotti, sacerdote noto per il suo impegno nella promozione della giustizia e di lotta contro le mafie.

“Dalla buona o cattiva educazione della gioventù dipende un buon o triste avvenire della società” ha esordito il sindaco di Bari, Antonio Decaro, lo scorso 26 gennaio, durante la conferenza stampa di presentazione delle attività programmate per la festa di Don Bosco, articolate complessivamente dal 23 gennaio al 10 di febbraio.

Il Sindaco ha sottolineato l’importanza della presenza dell’opera salesiana “Redentore” nel quartiere “Libertà” di Bari, il cui grande impegno educativo aiuta direttamente tante famiglie in gravi difficoltà – non solo economiche – e offre dei benefici all’intera cittadinanza.

salesiani bari festa don boscoNel corso dell’incontro, sono state consegnate 6 targhe ad alcuni ragazzi che hanno frequentato la scuola e l’Oratorio del Redentore, a testimonianza del loro attuale impegno sociale e civile, nel campo della magistratura, della musica, della cucina, del volontariato: i magistrati dott. Giuseppe Gatti e Renato Nitti, componenti della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari; il dott. Michele Parisi, Giudice del Tribunale di Bari; lo Chef Daniele Caldarulo, Capitano della Nazionale italiana cuochi; il dott. Giuseppe Cifarelli segretario del Laboratorio culturale “Don Bosco oggi”; e Francesco e Gaetano Occhiofino, conosciuti come Reverendo e Torto del gruppo musicale “Bari Jungle Brothers”.

“Siamo sulla buona strada se oggi possiamo premiare ragazzi che abbiamo formato” ha affermato nell’occasione il Direttore dell’opera salesiana, don Francesco Preite.

Martedì 31 gennaio, giorno della festa di Don Bosco, presso l’opera salesiana le attività hanno previsto anche uno spazio di dialogo sul tema “La famiglia educa alla giustizia e alla pace”. Principale relatore è stato il Presidente dell’associazione contro le mafie “Libera”, don Luigi Ciotti, che ha anche presieduto la successiva Eucaristia in onore di Don Bosco.

Napoli, apre la comunità di accoglienza per minori stranieri non accompagnati “Il ponte”

l 23 gennaio nell’opera salesiana della Doganella è stata inaugurata una Comunità di Accoglienza per i Minori Stranieri Non Accompagnati denominata “Comunità di accoglienza il Ponte”. La struttura accoglie 16 minori stranieri, arrivati in Italia da soli in condizioni di emergenza, e offre loro immediata ospitalità e tutela, con interventi socio-educativi qualificati e personalizzati in un ambiente sereno e familiare.

(Fonte: ANS)

doganella

IME-apertura-DB200-agosto2014

L’apertura del Bicentenario nel Sud Italia

IME-apertura-DB200-agosto2014Il 29 Agosto l’Ispettoria Meridionale “Beato Michele Rua” ha dato inizio alle celebrazioni del Bicentenario della Nascita di don Bosco per la famiglia salesiana nella Chiesa di San Giuseppe in Via Medina, a Napoli, proprio dove don Bosco celebrò messa il 31 Marzo 1880 durante la sua unica visita al Sud Italia. L’evento é stato inserito all’interno dell’annuale Convegno di Pastorale Giovanile, quest’anno intitolato “La missione di don Bosco con i giovani e per i giovani al Sud”.
Alla celebrazione hanno preso parte l’ispettore dei salesiani dell’Italia Meridionale, don Pasquale Cristiani, l’ispettrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice, suor Marinella Scano, e in rappresentanza dell’amministrazione comunale, l’assessore alla cultura Gaetano Daniele.
IME-apertura-DB200-agosto2014-dDon Pasquale Cristiani ha presieduto la celebrazione iniziata con la narrazione della storia di don Bosco ed ha invitato ciascuno dei presenti a imitare il Santo donandosi completamente ai giovani a partire da proposte concrete di azione. Come simbolo di inizio del Bicentenario è stata consegnata una lanterna ad ogni direttore e direttrice delle case salesiani del Sud Italia con l’impegno di alimentare costantemente il carisma di don Bosco.

Guarda stelle – serata di evangelizzazione

Guarda stelle…è questo il titolo della serata di evangelizzazione promosso dal Movimento Giovanile Salesiano di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e di Albania, Kosovo e Svizzera, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Sorrento, la pastorale giovanile della diocesi e la cattedrale di Sorrento. Lo spettacolo che vede coinvolti circa 150 giovani, è un mix di tanti linguaggi espressivi: canto, danza, recitazione, video, musica e ha come tema di fondo la vita come viaggio guidato dai desideri/stelle. Si svolgerà a Sorrento, nella notte del 2 agosto, a partire da Piazza Tasso, con inizio alle ore 21.

La parola desiderio infatti deriva dal latino “sidus” stella: il desiderio nasce dalla mancanza delle stelle in cielo; è la ricerca delle stelle a guidare la nostra esistenza. Guarda stelle allora, vuole essere un invito ad alzare lo sguardo per contemplare il cielo, a guardare cioè i nostri desideri più profondi, più belli e a seguirli con determinazione! Lo spettacolo si svolgerà in un una delle cornici più belle d’Italia, Sorrento, in un sabato sera di agosto quando migliaia di giovani affollano la costiera. E’ a loro che vogliamo lanciare un messaggio fresco, giovanile, evangelico…perché il Vangelo è una bella notizia.

La serata si concluderà a notte fonda nella cattedrale, dove ci sarà un momento di adorazione guidato dall’ Arcivescovo di Sorrento Castellamare mons. Francesco Alfano, perché alla fine di tutto… è Gesù la stella polare, è lui che cerchiamo quando cerchiamo la felicità!

IME-festa-ispettoriale-2014

Festa del Movimento Salesiano al Sud

IME-festa-ispettoriale-2014Nei giorni 24 e 25 Aprile si svolgono a Corigliano Calabro la Festa del Movimento Giovanile Salesiano (MGS) del Sud Italia e la Festa Ispettoriale dell’Italia Meridionale (IME), presieduta dal X successore di Don Bosco, il Rettor Maggiore dei Salesiani Don Ángel Fernández Artime.
La manifestazione inizierà nel pomeriggio del 24 aprile, con un incontro dei giovani del MGS sul tema “Oltre il tuo sguardo” e prevede tre momenti di riflessione: “lo sguardo sul creato” con testimonianze, “lo sguardo sugli altri” con un confronto tra i gruppi”, la veglia di preghiera su “lo sguardo di Dio”.
Il 25 Aprile la Famiglia Salesiana e i giovani del MGS accoglieranno il Rettor Maggiore alla Festa Ispettoriale, a cui prenderanno parte anche giovani e membri della Famiglia salesiana dell’Albania, Kosovo e della Missione italiana a Zurigo. Subito dopo verrà messo in scena uno spettacolo musicale intitolato “Il disegno”.
La mattinata proseguirà con il “grazie” che Don Fernández Artime esprimerà verso quei salesiani che quest’anno celebrano i giubilei di professione religiosa e ordinazione sacerdotale e, subito dopo, in corteo, si raggiungerà la Parrocchia salesiana dei SS. Nicola e Leone per la solenne eucarestia presieduta dal Rettore Maggiore.
Nel pomeriggio la presentazione del Manifesto del Movimento giovanile salesiano “Oltre il tuo Sguardo”. La buona notte di Don Fernández Artime concluderà l’evento.

violenza-sui-bambini

A Napoli il “Salvacomuni” non salva i bambini

violenza-sui-bambiniConsiderata la situazione delicata che stanno vivendo tante realtà a Napoli riteniamo doveroso pubblicare questa lettera aperta al sindaco di Napoli.
La redazione

Egr. Sindaco,
la Befana 2014 porta ai bambini “a rischio” di Napoli solo cenere e carbone! La cenere delle case famiglia bruciate in un rogo di debiti ed il carbone nero della disperazione dei servizi educativi.
E dire che tanti erano stati i “regali” promessi dalla sua amministrazione attraverso le parole dei pur volenterosi assessori Gaeta e Palma. Ma niente! Il fiume di soldi che si sta riversando sul comune attraverso gli ormai famosi decreti 35 (“salva-imprese”) e 174 (“salva-comuni”) ha “salvato” e sta “salvando” tanti (imprese e municipalizzate) creditori del comune, mentre i nostri servizi “indispensabili” continuano a morire con circa tre anni di crediti arretrati (si, ha letto bene: 36 mesi!).

Continua a leggere

PUGLIA: GIORNATA MARIANA

Nella giornata di Domenica 16 ottobre prossimo, la Famiglia Salesiana della Puglia si troverà presso il Santuario Mariano di “Maria Santissima dello Sterpeto” a Barletta.
La giornata sarà aperta dalla relazione di Don Roberto Spataro SDB, dal titolo: “ Maria e la vocazione cristiana”, cui seguiranno interventi in assemblea.
La giornata proseguirà con la Celebrazione Eucaristica e l’agape fraterna.
Nel pomeriggio la recita del Santo Rosario, ispirato alle ”Memorie dell’Oratorio”, guidato e animato dai ragazzi dell’Oratorio Centro Giovanile di Corigliano D’Otranto.
Le conclusioni con alcuni cenni sul VI Congresso Internazionale ADMA,  sono  affidate al Delegato don Tommaso De Mitri.

Per informazioni:
Ispettoria Salesiani Meridionale
Web: www.donboscoalsud.it Continua a leggere